Chi Siamo

Il 26 gennaio del 2008 viene presentato il progetto “Centro Didattico Scientifico”, un contenitore didattico che valorizza le principali valenze ambientali offrendo biodiversità ed attività partecipate. Le oltre 30 proposte a cui ogni anno aderiscono migliaia di studenti, provenienti dalle province di Varese, Como, Milano e non solo, spaziano dall’Educazione Ambientale alla Didattica Astronomica, passando per peculiari progetti come la Didattica Multidisciplinare diurna e serale.

Dal 2016 è la Cooperativa Sociale AstroNatura a gestire le attività didattiche. AstroNatura è stata fondata, e tutt’ora gestita, dai Coordinatori ed Operatori che sin dal 2007 hanno progettato, proposto e condotto gli oltre 30 progetti didattici c\o il Centro Didattico Scientifico - Osservatorio Astronomico di Tradate.

Gli operatori che conducono le attività sono Laureati in discipline umanistiche e scientifiche, attori principali della fase progettuale partecipata e costante che ogni anno si ripete, sia per la realizzazioni di nuovi progetti che per il monitoraggio ed il miglioramento qualitativo dei progetti esistenti.
    

AREA RISERVATA

Dal 2016 è la Cooperativa Sociale AstroNatura a gestire le attività didattiche. AstroNatura è stata fondata, e tutt’ora gestita, dai Coordinatori ed Operatori che sin dal 2007 hanno progettato, proposto e condotto gli oltre 30 progetti didattici c\o il Centro Didattico Scientifico - Osservatorio Astronomico di Tradate.

Nel corso del biennio AstroNatura migliora e potenzia tutti i materiali didattici sia fisici che multimediali. Nel 2016 e 2017 nascono nuovi progetti didattici come "Un biglietto per Marte" e la sezione di Zoonatropologia didattica della quale fanno parte le proposte "Trono di Zanne" e "Lupus in Insubria". Si consolida la rete di collaborazioni con il territorio come quelle con il Museo d'Arte di Gallarate - MAGA ed altri Parchi limitrofi.

Tra le innovazioni vi è anche una nuova modalità di fruizione scolastica, ovvero il progetto "Inverno tra le Stelle"... "Le giornate si accorciano, le temperature si abbasano... ecco l'inverno, inizia la stagione delle stelle! Il Centro Didattico Scientifico vi invita a trascorrere insieme il periodo migliore per osservare corpi e volta celeste, con attività didattiche e "serate" astronomiche pomeridiane, dalle 14.30 alle 19.30."

Prosegue il progetto di miglioramento dell’area boschiva che circonda il Centro Didattico Scientifico e questa volta assume risvolti di valorizzazione fruitiva. Vengono realizzati il sentiero tematico F.A.T.A. (Fuoco, Aria, Terra, Acqua), il Muro dei Rettili ed il Sentiero del Sistema Solare, una ricostruzione in scala dei corpi celesti a noi più vicini.
  • Inizia la collaborazione con “Volandia - Parco e Museo del Volo”. Presso il Padiglione Spazio-Planetario, le proposte didattiche astronomiche ed astronautiche lanciate dall’Osservatorio Astronomico di Tradate iniziano a riscuotere un successo destinato ad aumentare sensibilmente negli anni successivi.
  • Un altro ente si aggiunge alla rete di collaborazione per l’Educazione Ambientale già composta dai Parchi RTO e Bosco del Rugareto; il Parco Sovracomunale Medio Olona promuove, sotto la guida del Centro Didattico Scientifico, un progetto rivolto a tutte le scuole primarie dei comuni del territorio del Parco.
  • L’area boschiva che circonda il Centro Didattico Scientifico è oggetto di un ampio intervento forestale; oltre 12 ettari interessati da azioni mirate di gestione selvicolturale finalizzate al miglioramento del bosco con risvolti anche didattici. A ciò si aggiunge il rifacimento del sedime che costituisce il Sentiero Natura, migliorando l’accessibilità anche con carrozzine.
  • Prosegue la multidisciplinarietà progettuale che sfocia anche nella didattica serale; nascono i progetti come “Il bosco sotto le stelle”, una serata formativa tra gli animali del bosco notturno e l’osservazione della volta celeste.
  • Sulla base della efficace collaborazione con il PLIS RTO, che prosegue con ottimi risultati, nasce la collaborazione con il Parco Locale di Interesse Sovarcomunale Bosco del Rugareto con un progetto pilota presso la Scuola Primaria “Mazzini” di Cislago, che porterà i piccoli cittadini a conoscere ed apprezzare il territorio a pochi passi dalla propria casa.
Se il desiderio è quello di esplorare, ecco altre proposte didattiche che promuovono la scoperta del Parco Pineta; il progetto sotto il nome di “CammiNatura” nasce proprio con questo presupposto. Non una semplice visita guidata ma una grande caccia ai tesori dell’Area Protetta, ricca di approfondimenti, attività pratiche e giochi, con lo scopo di stimolare l’osservazione dell’ambiente naturale e di tutti i delicati tasselli che lo compongono.
  • Inizia la collaborazione con il Parco Sovracomunale Rile Tenore Olona, che consiste nella conduzione di attività di Educazione Ambientale da parte di Educatori Ambientali del Centro Didattico Scientifico, all’interno del territorio dello stesso RTO.
  • La Regione Lombardia sceglie il Centro Didattico Scientifico per il 5° Workshop di Educazione Ambientale delle Aree Protette Lombarde tenutosi il 27 e 28 ottobre, intitolato “Educazione Ambientale: comunicare attraverso…:”. Tutto esaurito con la presenza di più di 25 Aree Protette, oltre ai rappresentanti di Regione Lombardia e dell’Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura ed alle Foreste.
Innovazione ed interdisciplinarità sono le parole d’ordine che contraddistinguono le nuove proposte del Centro Didattico Scientifico. L’Educazione Ambientale Creativa nasce dall’intento di promuovere non una fredda istruzione frontale ma un’esperienza diretta ed appassionante con i progetti “Natura in Fabula” e “Custodi della Selva” che si  basa sui meccanismo dei giochi di ruolo dal vivo.
  • Le adesioni crescono e sempre più scolaresche aderiscono alle proposte didattiche. Il percorso di progettazione non si ferma e in quest’anno nascono le Giornate di accoglienza, “con l’intento di favorire la conoscenza tra compagni e di gettare le basi per la costruzione del gruppo”, ed i Compleanni nella natura.
  • La proficua collaborazione tra Parco Pineta ed Osservatorio Astronomico da vita ai progetti multidisciplinari di didattica ambientale ed astronomica, programmi basati su connessioni che non si intersecano solo all’interno dell’ecosistema terra ma che vedono i loro vertici in contesti propri dell’universo; nascono quindi progetti come “Orientarsi nel bosco con il Sole e con le stelle” e “Dai mangiasole alla stella Sole”.
Il 26 gennaio viene presentato, a personale e collaboratori del mondo scolastico, il progetto “Parco Didattico Scientifico” (oggi convertito in “Centro Didattico Scientifico”) che sposa il connubio tra Parco Pineta e Osservatorio Astronomico di Tradate, con lo scopo di esportare il modello didattico al di fuori dei confini del Parco; infatti dal 1986 l’Area Protetta, ispirandosi alla filosofia dell’ “Istitute of Earth Education”, organizzazione educativa internazionale nata negli Stati Uniti, ha strutturato e sviluppato proposte pluriennali che coinvolgono e conducono lo studente in un percorso finalizzato alla conoscenza degli equilibri che governano l'ecosistema che ci racchiude.
Il 13 maggio il Centro Didattico Scientifico apre per la prima volta i suoi cancelli al pubblico. Migliaia le persone che sono accorse per scoprire questo nuovo fiore all’occhiello della Provincia di Varese.
Inizia la fase di progettazione dei programmi di didattica ambientale ed astronomica che ha visto il coinvolgimento di educatori e laureati in discipline scientifiche.
Nel mese di settembre i primi istituti scolastici scelgono di aderire a visite guidate ed alle prime proposte didattiche.

Staff

AstroNatura

Dal 2016 è la Cooperativa Sociale AstroNatura a gestire le attività didattiche. AstroNatura è stata fondata, e tutt’ora gestita, dai Coordinatori ed Operatori che sin dal 2007 hanno progettato, proposto e condotto gli oltre 30 progetti didattici c\o il Centro Didattico Scientifico - Osservatorio Astronomico di Tradate.

STAFF